Arrivederci al GruVillage2017!!!!

Social-Grazie-GV-2016

Il video con il meglio del #GruVillage2016

#GRUVILLAGE2016: UN NUOVO GRANDE SUCCESSO!

Grugliasco 31/07/2016 – il comunicato stampa di fine festival

DSC_0615Bilanci dell’undicesima edizione del Festival

Quattordici concerti, quattordici finestre sulla musica di oggi, si sono spalancate per il pubblico del GruVillage 2016 che ha chiuso ieri, con il live di Francesco De Gregori, l’undicesima edizione della manifestazione registrando 4 sold out e oltre 43.000 spettatori.

Il Consorzio Esercenti di Shopville Le Gru e la Direzione del Centro sono lieti di festeggiare la fine del GruVillage 2016 e fanno un bilancio di questa 11° edizione del Festival: ottimi risultati con 4 sold out, pubblico ancora in crescita rispetto al decimo anniversario (+16%), e grandi soddisfazioni da un punto di vista dei feedback ricevuti dalle produzioni e dagli artisti che si sono alternati sul palco, dai partner che hanno partecipato e dal pubblico che ha assistito concerti.

ll GruVillage, con la sua line up varia, eclettica e a piccoli prezzi ha saputo essere una voce fuori dal coro, con un investimento importante che ha come obiettivo non il ricavo economico, ma la massima soddisfazione possibile del pubblico. Il Festival è il risultato di un’operazione che si fonda esclusivamente su risorse private: è diretto, prodotto e finanziato dal Consorzio Esercenti di Shopville Le Gru che investe nella manifestazione la una parte consistente del budget annuale dedicato al marketing, secondo una linea di sviluppo che promuove le attività commerciali non attraverso pubblicità fine a se stessa, ma attraverso l’offerta di cultura, intrattenimento e servizi che promuovano e sostengano anche il territorio.

Il GruVillage consolida il proprio ruolo di manifestazione musicale di punta nel panorama estivo, grazie a un cartellone con i migliori nomi italiani e internazionali e proposte capaci di soddisfare gli sfaccettati gusti musicali di un pubblico sempre più trasversale, sempre nel segno della qualità e della ricerca di bellezza. Punto di forza della manifestazione, accanto all’organizzazione impeccabile e a un potente piano di comunicazione, si conferma un’attenzione sempre più concentrata sui particolari, relativamente alla location e all’accoglienza riservate sia al pubblico sia alle produzioni, che propone servizi non usuali per un festival musicale, pensati per coprire tutta la giornata di chi partecipa o lavora alla manifestazione, da quando parcheggia a quando esce. Da una parte, 6.000 mq immersi nel verde, un grande prato digradante curato e decorato con piante e dall’Arena fiori, circondato da 9 eleganti terrazze lounge per gli ospiti, molti allestimenti studiati per il benessere del pubblico, 2 cocktail bar con area ristoro e gelateria che abbracciano un palco da grande festival; l’accoglienza si declina anche nel supportare chi attende l’apertura dei cancelli: nel caso di Benji & Fede le migliaia di ragazzi che hanno atteso dalla notte che precedeva il concerto sono state accudite da personale specializzato (sicurezza e primo soccorso) che ha distribuito 4 bancali di acqua (oltre 6000 bottiglie) nell’arco della giornata caldissima. Dall’altra, le migliori dotazioni tecniche del settore (palco, mixer, audio, luci, video), un backstage che offre un’area camerini confortevole e riservata nel verde, un’area uffici super organizzata e, ciliegina sulla torta, una piscina 12×6 con cabine e docce; una macchina di produzione con personale rodato e accurato, disponibile a soddisfare qualsiasi esigenza e richiesta degli artisti.

AFFLUENZA e ARTISTI
I numeri sono tutti dalla parte del GruVillage. Sono 2 i SOLD OUT annunciati con grande anticipo rispetto alle esibizioni degli artisti: uno per il gigante della musica contemporanea PAT METHENEY in scena con una formazione d’eccezione (con l’Arena in formazione seduta – 19/6) e l’altro per BENJI & FEDE, il duo “fenomeno del momento”, atteso da una folla delirante di giovanissimi fan (23/6).
2 i SOLD OUT la sera del concerto con le due star americane CYNDI LAUPER (7/7) e ANASTACIA (19/7), entrambe con una data unica del tour nel nord Italia. L’intramontabile regina pop degli anni ’80, CYNDI LAUPER è arrivata a Grugliasco per una delle due date italiane: l’artista dai dreadlock rosa ha conquistato il pubblico con la sua grinta e la sua voce inconfondibile, ricordando l’amatissima nonna di origine italiane e giocando spesso con il traduttore italiano del suo smartphone durante il concerto. La star ha dimostrato una grande disponibilità nel concedere interviste e foto sia agli addetti ai lavori nel backstage sia ai fan. Nei giorni successivi al concerto ha ringraziato pubblicamente sui social network il GruVillage per l’accoglienza immortalando prima la piscina e poi l’enorme tartufo omaggiatol. ANASTACIA è tornata sul palco del GruVillage – rinnovando il tutto esaurito della passata edizione – riconfermandosi una vera star e proponendo non solo un concerto, ma una vera e propria performance con straordinari danzatori e coreografie all’avanguardia.
Grandissimi numeri – fra i 3500 e i 4000 fan per 4 date – Un concerto monstre di quasi 4 ore che ha strabiliato un pubblico in chiodo e borchie è quello dei super chitarristi G3 featuring JOE SATRIANI, STEVE VAI e THE ARISTOCRATS (5/7); FIORELLA MANNOIA (9/7) si è esibita in un indimenticabile concerto in onore dell’amico Lucio Dalla: tante le lacrime di commozione e partecipazione fra il pubblico, per canzoni immortali rese straordinariamente intense dall’interpretazione della cantante. BATTIATO e ALICE accompagnati dalla Ensemble Symphony Orchestra (25/7) è una data che rimarrà impressa nella memoria storica del Festival e degli spettatori: una esibizione emozionante che ha riproposto i loro più grandi successi. In particolare, il cantautore siciliano ha affascinato il backstage con la sua grande umanità e disponibilità, mostrando una grande ironia e un “savoir faire” di altri tempi. Al GruVillage si è anche riso tanto con ELIO E LE STORIE TESE che hanno presentato uno show esplosivo ed esilarante dove le incursioni dell’architetto Mangoni (che si è anche esibito in un elegantissimo tuffo “a bomba” nella piscina del Festival dopo il sound check) hanno fatto da contrappunto ai più grandi successi del gruppo. E nel backstage il team Elio e Le Storie Tese è stato clamorosamente sconfitto a calcio balilla dal team GruVillage!
Buono il successo anche per le esibizioni degli altri artisti che sono arrivati fino a 3000 persone in platea: FABRI FIBRA (12/7) ha festeggiato il 10° anniversario del suo album “Tradimento” con la stessa grinta di qualche anno fa e una raggiunta maturità artistica per una delle colonne del rap italiano. Festa degli anni ’90 per LUCA CARBONI (15/7) che si è esibito in uno show tutto rinnovato in cui la musica d’autore ha incontrato l’elettronica. Il Festival ha chiuso in bellezza con FRANCESCO DE GREGORI (30/7), con un appassionante viaggio fra i suoi successi e i tributi a Bob Dylan, maestro ispiratore del suo ultimo album. Un finale di grande emozione per un pubblico che ha cantato e ballato commuovendosi sulle canzoni di uno dei più importanti interpreti della musica italiana. Il GruVillage in formazione seduta ha riempito quasi tutta la platea con il SUNSHINE GOSPEL CHOIR (21/7) una formazione di 60 elementi italiani e stranieri che ha fatto ballare e cantare un pubblico entusiasta. Molto divertente il giovanissimo ROCCO HUNT (1/7) forte di un talento genuino e di una grande simpatia, ha portato sul palco del Festival il suo rap fra funky, tradizione napoletana e ispirazione americana. Bellissimo il concerto del cantautore “italiano di Inghilterra” JACK SAVORETTI – che ha inaugurato il GruVillage in una data poco fortunata a causa del mal tempo – che ha dichiarato entusiasta, guardando da bordo piscina il verde dell’Arena “sembra di essere a Wimbledon”, prima di regalare al pubblico la sua energia e il suo talento con un concerto di grandissima intensità.
A chiudere la galleria degli artisti passati per il GruVillage 2016 non si può non citare il pittore e street artist Massimiliano Petrone: con il suo segno forte e colorato, per il 2 anno, è stato protagonista creando un omaggio al Piemonte, un invito alla libertà e all’unità, ritraendo in chiave rock lo statista più celebre della storia di Italia, Camillo Benso Conte di Cavour. Il “Cavour rock” è diventato il volto del GruVillage 2016 e il fil rouge di tutta la comunicazione.

NUMERI e BIGLIETTI
L’affluenza di pubblico del GruVillage 2016 ha superato 43.000 spettatori con una media di oltre 3.000 persone ogni sera. E’ stato scelto il partner tecnico TicketOne come unico circuito di vendita per l’edizione 2016. Per quanto riguarda le prevendite, circa il 70% degli acquisti dei biglietti è avvenuto nei punti vendita “fisici” su tutto il territorio italiano e il 30% dalle vendite online. In merito agli acquisti nei punti vendita la maggior parte dei biglietti sono stati venduti a Torino e Provincia (fra questi, 12.500 circa presso la biglietteria nella Piazza Nord di Le Gru); seguono quasi il 10% di biglietti acquistati nella Regione (soprattutto nelle provincie di Cuneo, Biella, Alessandria, Novara e Asti) e un altro 10% fuori da Piemonte da 57 provincie italiane, in particolare Bergamo, Brescia, Como, Monza, Milano, Varese, Genova e le altre province liguri, Bologna, Firenze, Roma, e Venezia. Alle prevendite si aggiungono le vendite fatte al botteghino del Festival, la sera stessa dei concerti: in media, i biglietti venduti in prevendita per ogni data hanno avuto un incremento di un ulteriore 20-25% .

NETWORK TERRITORIALE e POLITICA DEI PREZZI
Un risultato gratificante che premia una strategia basata sullo sviluppo e il mantenimento di una rete di collaborazioni e partnership territoriali capaci di garantire la migliore accoglienza possibile per un pubblico che segue il proprio artista preferito approfittando del concerto per una piccola vacanza, unita alla precisa volontà dell’organizzazione di proporre grande qualità artistica a “piccoli prezzi”. In particolar modo in questa edizione, su 14 concerti proposti, 10 sono stati offerti al prezzo popolare di 11 euro + diritti di prevendita, e gli altri 4 a prezzi decisamente bassi rispetto alla media.  Ulteriormente, la politica di accoglienza ha reso disponibili 200 biglietti in regalo per contest e oltre 1200 inviti sulle lounge VIP. Buono il successo anche delle convenzioni territoriali legate a cultura, turismo, sport (con le librerie Feltrinelli, la Fondazione Torino Musei -GAM, MAO, Palazzo Madama e Borgo Medievale-, Turismo Torino, Piemonte Booking per i pacchetti hotel+biglietto, Virgin Active, CUS Torino) e delle partnership green (con il Consorzio dei Taxi, GTT e Car Sharing) per la promozione della mobilità sostenibile per raggiungere il GruVillage, che hanno offerto biglietti ridotti al Festival o agevolazioni legate alle visite cittadine e ai trasporti. 

INDOTTO
GruVillage continua la sua crescita, aumentando l’investimento per le scelte artistiche, la comunicazione, i costi di produzione: il valore complessivo della manifestazione supera i 2 milioni di euro. Sono più di 100 i servizi territoriali coinvolti: dai service agli allestimenti, palchi, tecnici audio, video e luci, sicurezza, ristorazione, accoglienza, biglietteria e fornitori di vario tipo, che forniscono le circa 180 le persone che hanno lavorato in ognuna delle sere di spettacolo. Un ulteriore volano economico è quello dell’indotto indiretto generato dal pubblico, che si calcola in circa 800.000 euro: la ricaduta di GruVillage sul territorio appare positiva anche perché capace di attirare un pubblico per 25% proveniente da fuori Torino: 13% dal Piemonte e territori limitrofi, 12% dal resto dell’Italia. 

PARTNERSHIP
E’ dallo scambio di competenze e visibilità che il Festival si arricchisce grazie a una rete di collaborazioni e partnership volutamente locali e di alto profilo come Gruppo Fiat / FCA, Mirafiori Motorvillage, Caffè Vergnano, Molecola e Acqua Sant’Anna, a cui quest’anno si sono aggiunti grandi player nazionali che hanno creduto nel progetto a diversi livelli, come SKY, che ha  scelto il GruVillage come uno dei migliori eventi in Italia per premiare i suoi clienti più fedeli “Extra” con la possibilità di vedere i concerti dalle Lounge VIP, o come Generali che ha riservato la stessa cosa per i propri, e ancora Heineken, Algida, Coin e Radio Monte Carlo. Il Gruppo Finelco (RMC, 105 e Virgin Radio) ha creduto nel GruVillage dando una grande visibilità attraverso i propri canali alla manifestazione e facendo diventare la prestigiosa RMC il media ufficiale, proponendo dj set preshow e interviste esclusive con gli artisti del Festival, che sono andate on air e sono state postate sul sito della radio. 

COMUNICAZIONE 
Straordinario, e indicativo, il successo del GruVillage sotto il profilo della comunicazione. Una rassegna stampa importante e notevole, sia a livello locale sia nazionale, ha accompagnato tutto il GruVillage con oltre 1850 segnalazioni, quasi raddoppiate rispetto alle edizioni passate. Sono state 22 le interviste realizzate dai principali quotidiani locali, 6 i passaggi sulle TV nazionali (RAI e MEDIASET), 4 su ForMusicTV. Numerose anche le gallery apparse in home page di www.lastampa.it e sui principali siti del settore come Rolling Stone e XL di Repubblica. Il Festival ha contato 254 giornalisti e fotogiornalisti accreditati.
Per quanto riguarda il web, fra maggio e luglio sono state oltre 165.680 le visite al sito internet gruvillage.com. Nello stesso periodo il canale FB.com/GruVillageFestival sfiora i 28.000 fan e ha registrato una copertura media di 80.000 durante il periodo clou del Festival; nei 2 mesi di eventi (giugno e luglio) sono stare raggiunte circa 200.000 persone: la maggior parte del pubblico si è localizzato nell’area di Torino e provincia (42%), con quote significative da Milano e Lombardia (10%), Roma (9%) e a seguire Napoli, Palermo, Genova, Londra, Catania, le diverse province del Piemonte, Bologna, Firenze e altri comuni in giro per l’Italia (in tutto 45 comuni). Straordinario il coinvolgimento del pubblico anche attraverso gli altri canali social del GruVillage (Twitter, Instagram, Youtube), per un sistema di comunicazione sempre più coinvolgente e ricco di spunti. Inoltre è stato forte in termine di visibilità anche il supporto dato da tutti i partner da maggio a luglio attraverso i loro canali social.
E’ possibile rivivere il GruVillage attraverso le gallery fotografiche, i video delle interviste agli artisti e dei concerti sul sito www.gruvillage.com e sulla pagina Facebook del Festival.
Durante la data di Elio (il 26/7) una crew ha fatto riprese per raccontare il GruVillage attraverso una giornata tipo, e dai primi di agosto il Festival pubblicherà a puntate tutte le interviste e i video realizzati.

E PER FINIRE UN PO’ DI NUMERI…
COCKTAIL BAR E PANINOTECA: vendute 20.000 bottiglie di acqua Sant’Anna, 15.000 bottiglie di birra Heineken, 7.000 panini e 1.000 gelati Algida.
LOUNGE VIP: 9 Lounge VIP che hanno ospitato quasi 2.000 invitati selezionati dai brand ospiti, in eleganti salotti in una posizione rialzata per godere al meglio degli spettacoli: 90 fra poltrone e divanetti, 37 fra tavoli e tavolini e 300 candele forniti da Coin; 500 kg di cibo del catering, 5.000 lattine di Molecola, 2.247 birre, 220 bottiglie di spumante, 1.512 cialde di caffè Vergnano.
BACKSTAGE: 484 pasti serviti agli artisti di cui 1 paleo, 82 vegetariani e 44 vegani; l’hummus è stato il cibo più richiesto dalle diverse produzioni; 1.512 birre bevute, 300kg ghiaccio; 400 asciugamani utilizzati.
GREEN: 53 piante grasse e piantine con fiori per arredare le Lounge VIP e il Backstage, 6.000 mq di accogliente spazio verde (ci siamo presi cura di oltre 80 milioni di fili d’erba!), 68 siepi e oleandri, 238 metri di vite vergine canadese piantata.
MATERIALI E ALLESTIMENTI: 1 palco da 20,58mx12,36m alto 11,56m, 16 pagode 5x5m, 6 container 6×2,5m a uso abitativo; sono stati utilizzati 2.200m di tubi layher (11 tonnellate) per il palco, le Lounge VIP e gli allestimenti; 2500mq di stampe per gli allestimenti; 4 km di cavi audio e luce; 1 ledwall 11x5m e 2 ledwall 4×2,5m; 247 fari sul palco; 1,5km di transenne; 450 metri lineari di cavo di rete stesi; 8.000 fascette e 3km di nastro segnaletico.
E ANCORA: 1.000 km percorsi dal runner per esigenze di produzione; 14 campionati del mondo di calcio balilla vinti dalla squadra del GruVillage contro le produzioni con clamorosa sconfitta contro il team Mannoia e per finire…incalcolabili km a piedi percorsi dalle 180 persone che ogni sera hanno messo in scena GruVillage 2016!

Video intervista a ELIO e FASO

Intervista di RMC a Elio e Faso nel backstage del #GruVillage2016 prima del concerto di Elio e Le Storie Tese